ONDE D'URTO RADIALI 

Grazie alla decennale esperienza dei nostri operatori in ambito onde d'urto, siamo in grado di offrire ai nostri pazienti un trattamento completo, rapido ed efficace, utilizzando protocolli individuali e sfruttando tecniche di utilizzo complesse e su misura per ogni tipologia ed esigenza.

Le onde d'urto radiali sono onde ad alta energia acustica: esse vengono trasmesse attraverso la superficie della pelle e diffuse radialmente (sfericamente) nel corpo. Il corpo risponde con un aumento dell'attività metabolica intorno all'area di dolore, stimolando ed accelerando il processo di guarigione.

La loro efficacia è correlata a due effetti:

1. effetto diretto dell'impulso sul tessuto nella zona bersaglio, ed in associazione ai fenomeni di riflessione, più accentuati nei punti di passaggio tra tessuti molli (tendini, muscoli) e tessuti più compatti (ossa e formazioni calcifica);

2. effetto indiretto di "cavitazione" provocato dalla depressione susseguente l'impulso, che supera le caratteristiche elastiche del tessuto.

La conseguenza di questi due effetti è un aumento della vascolarizzazione nella zona colpita, per la stimolazione da parte degli impulsi sulle fibre simpatiche. Tutto ciò porta ad una rimozione dei fattori infiammatori con il rilascio di sostanze che stimolano la formazione di nuovi vasi (capillarizzazione).A livello del tessuto osseo, in caso di fratture recenti, si produce un effetto simile con aumento della vascolarizzazione e conseguente stimolazione osteogenica (formazione di tessuto osseo).
La terapia con onde d'urto trova applicazione in tutte le forme di tendinopatie come epicondiliti, epitrocleiti, tendinopatie del ginocchio, borsiti sottoacromiali, tendiniti della regione tibio-tarsica e del piede, sperone calcaneare e fasciti plantari. E' inoltre molto utilizzata ed altrettanto efficace per curare contratture e stiramenti muscolari e pubalgie.

Nella maggior parte dei casi la terapia richiede da tre a sei sedute.

Immediatamente dopo il trattamento e per 4-5 ore dopo, si assiste ad una diminuzione del dolore (effetto inibitorio sui recettori del dolore e liberazione locale di endorfine).

Successivamente, tra la sesta e la ventiquattresima-quarantottesima ora, la sintomatologia riprende fino a raggiungere talvolta un picco superiore a quello precedente il trattamento; dopo 48 ore inizia una diminuzione progressiva del dolore, che con successive sedute di terapia con onde d'urto permetterà una remissione completa dei sintomi. Tuttavia all'uso delle onde d'urto come terapia esistono anche delle controindicazioni: quelle assolute sono limitate ai disturbi della coagulazione, alle polineuropatie, alle tenosinoviti infettive ed alla presenza di nuclei di accrescimento in prossimità del campo di pressione.